PlayStation 5 e il supporto a FreeSync: ci sarà o no?

playstation 5

Nel corso degli ultimi, è facile come anche l’universo dei videogiochi sia stato completamente rivoluzionato dall’evoluzione tecnologica che sposta l’asticella delle prestazioni sempre più in alto. Siamo arrivati alla quinta generazione di PlayStation, giusto per fare un esempio, ed è impressionante i pazzeschi passi in avanti che sono stati fatti.

Cos’è FreeSync e le sue potenzialità

Si sente sempre più di frequente parlare di FreeSync: si tratta di una tecnologia che viene integrata all’interno di un gran numero di schermi e di televisori che sono attualmente presenti in commercio. Questa innovativa tecnologia consente alla gpu di un computer e allo schermo di effettuare una corretta comunicazione in maniera tale da sincronizzare la frequenza di aggiornamento dello schermo stesso, la cui misurazione avviene in Hertz con i vari frame che sono oggetto di elaborazione da parte della GPU.

La console di nuova generazione del marchio Sony, ovvero PS5, può contare sulla presenza di porte HDMI 2.1, che offrono agli utenti la possibilità di completare il collegamento di uno schermo che va a sfruttare delle porte che hanno in comune lo stesso standard.

HDMI 2.1 si caratterizza per essere un elemento fondamentale per poter sfruttare tutte le novità proposte a livello generazionale. Infatti, questo strumento garantisce la possibilità di sfruttare una trasmissione del segnale video a 4K e 120 fps, oppure una risoluzione 8K, proposta a un frame rate massimo che arriva fino a 60 fps.

Non solo, dal momento che lo standard HDMI 2.1 consente di utilizzare gran parte delle tecnologie sviluppate più di recente dal punto di vista della trasmissione video, tra cui troviamo anche il VRR (Variable Refresh Rate). Quest’ultima è una soluzione che va ad agire in maniera in modo molto simile rispetto al FreeSync.

Il VRR ha bisogno, per poter essere sfruttato in maniera efficace e adatta, delle porte e dei cavi HDMI 2.1. Ecco spiegato il motivo per cui, spesso e volentieri, si tende a puntare su un pannello con porte HDMI 2.1 e non HDMI 2.0 da sfruttare in compagnia della console di nuova generazione PS5.

Cosa aspettarsi dal futuro?

Fino a questo momento, di conseguenza, è abbastanza chiaro come la console di nuova generazione che è stata sviluppata da parte di Sony non è in grado di garantire un supporto diretto rispetto a FreeSync, così come non è in grado di assicurare uno stesso supporto pure a G-Sync.

Per fare in modo di ovviare a questo tipo di mancanza, però, la nuova PlayStation 5 si caratterizza per impiegare tutte quelle innovazioni di carattere tecnologie che sono state apportate dal nuovo standard HDMI 2.1. in questo modo, gli utenti avranno una possibilità davvero molto importante, ovvero quella di poter impiegare il VRR sulla console di nuova generazione. Certo, a una sola condizione, ovvero quella di poter contare sulla presenza di uno schermo oppure di un televisore con una porta HDMI 2.1 che è compatibile. Sono tante le indiscrezioni, in ogni caso, che riguardano la console di nuova generazione del marchio Sony, come ad esempio il fatto di poter garantire il supporto a schermi con proporzioni 21:9, di cui si parla tantissimo ultimamente.