Il social preferito dai capi di Stato e di governo? E’ Twitter


E’ Twitter il social prediletto dai capi di Stato e di governo. Negli ultimi cinque anni, il social dell’uccellino blu è diventato uno dei migliori canali di quella che viene soprannominata “diplomazia digitale”, almeno secondo lo studio Twiplomacy, che sostiene che almeno i capi di Stato di 173 paesi utilizzino Twitter. Il secondo posto, neanche a dirlo, è per Facebook, ma che rimane comunque meno utilizzato rispetto al social del cinguettio per comunicare e per fare diplomazia (e politica).

Nella classifica, il terzo posto è per Youtube, con il 78% dei presidenti di Stati nell’ONU, e poi anche Instagram, che a sorpresa realizza un punteggio del 70%.
Il punto forte della comunicazione di Twitter, probabilmente, consiste nel fatto che il testo è prioritario rispetto alle immagini e ad altri distrazioni, esattamente all’opposto rispetto a Instagram.

I governi, però, non disdegnano neppure social come Facebook, mentre in Sud America per le conferenze stampa non è raro che si utilizzi Periscope e Facebook Live. I tempi stanno cambiando, anche il modo di comunicare, ed i social cavalcano l’onda del successo della tecnologia, anche nel mondo della politica e delle comunicazioni istituzionali.

About Grazia 218 Articoli
Scrivere è la mia passione, come leggere, disegnare, e vivere!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.