Gli archivi di mostre online create da Google


Da pochi giorni le sale dal Museo Nazionale dell’Automobile di Torino è visitabile online grazie ad un archivio completo di immagini in alta definizione ed una guida messo a disposizione da Google Cultural Instituteecco il link.

Manna per gli appassionati di automobili d’epoca (ma anche di motori in generale), e questo archivio apre molte nuove possibilità per la fruizione di contenuti culturale anche online, direttamente visibili dal proprio dispositivo.
Google ha in ballo molti “musei online”, come il Maxxi di Roma, o il Poldi Pezzoli o ancora il Mart di Rovereto, ma andando a livello globale troviamo anche il Tokyo Fuji Art Museum o il DDR Museum, tutti visitabili tramite il link fornito sopra.

In questo modo è semplicemente disponibile per tutti un’esposizione virtuale di collezioni, musei o archivi da tutto il mondo, con la possibilità di navigare dentro gli ambienti espositivi con la modalità streetview, simile a quella di Google Maps.
Gli esempi del Museo torinese sono soltanto una piccola fetta e ve ne sono molti altri del medesimo museo che di diversi altri: basta scegliere il museo oppure, in alternativa, utilizzare il motore di ricerca che può essere impostato con un tipo di ricerca libera, oppure digitando nomi relativi a musei o luogo.

About Grazia 218 Articoli
Scrivere è la mia passione, come leggere, disegnare, e vivere!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.