Microsoft, tastiere intelligenti: acquistata la startup SwiftKey


Microsoft conferma l’acquisto della startup SwiftKey produttrice di tastiere intelligenti per 250 milioni di dollari. La conferma arriva dal Financial Time.

L’ultimo colpo di rilievo nel campo dell’intelligenza artificiale lo ha messo a segno di recente Microsoft, acquistando la startup SwiftKey, ovvero la compagnia conosciuta per aver inventato l’omonima tastiera implementata sui dispositivi Android ed iOS. La conferma è arrivata stamattina dal Finalcial Times, l’azienda di Redmond ha completato la trattativa staccando un assegno da 250 milioni di dollari. L’accordo prevede che ai due fondatori della startup britannica, ovvero Jon Reynolds e Ben Medlock, vadano circa 30 milioni di dollari, numeri che fanno di questa operazione la più ricca in assoluto in questo settore.

La tastiera intelligente prodotta da SwiftKey è un software basato principalmente sul metodo machine learning, il concetto è quello di far apprendere alla keyboard i comportamenti dell’utente così da adattarsi autonomamente e migliorarne l’utilizzo, sostanzialmente, una tastiera in grado di prevedere quale vocabolo vorremmo utilizzare o quale emoticon vogliamo inviare. «Continueremo a sviluppare la tastiera SwiftKey per Android e iOS ed esploreremo come integrare la sua tecnologia base attraverso il nostro portafoglio di prodotti e servizi» ha spiegato Harry Shum, vice presidente esecutivo dell gruppo tecnologia e ricerca di Microsoft.

L’obbiettivo di Microsoft è quello di portare SwiftKey sui dispositivi con a bordo Windows 10, e gli ingegneri della compagnia sono convinti che la tastiera intelligente riuscirà ad integrarsi perfettamente con l’assistente vocali, creando a sua volta con Cortana un binomio perfetto. La società tutta, e a fare eco c’è nientemeno che Satya Nadella, ha confermato di essere una delle aziende al primo posto per gli investimenti sul campo dell’intelligenza artificiale. Intanto SwiftKey fa passi da gigante, considerando che la tastiera è gia installata su 300 milioni di smartphone in tutto il mondo, e due delle società principe del mercato mobile, quali Samsung e BlackBerry hanno preinstallato SwiftKey su alcuni dei loro dispositivi.