Harley Davidson: arrivano le Pro Street Breakout e Low Rider S


Da Harley Davidson arrivano i primi gioiellini del 2016: Pro Street Breakout e Low Rider S. Esploriamo insieme questi due nuovi mostri della strada.

Pro Street Breakout e Low Rider S sono le prime firme di Harley Davidson per il 2016. La prima ha i tratti distintivi da ‘drag racer’ ed uno stile più ‘ombroso’, mentre la seconda fa parte della famiglia Cruiser S. La Pro Street Breakout è stata preparata dal reparto Custom Vehicle Operations (CVO), con componenti, verniciature e trattamenti esclusivi. La finitura introdotta sulla Pro Street Breakout è denominata Smoke Satin Chrome, i cerchi invece sono stati trattati con lo Scorched Chrome. Quanto al motore questo modello monta lo Screamin’ Edge Twin Cam 110B, nientemeno che il più potente motore Harley Davidson raffreddato ad aria con marmitte nere tagliate e prese d’aria Heavy Breather Elite Screamin’ Eagle, abbinate alla frizione assistita antisaltellamento con attuatore idraulico. La forcella a steli rovesciati è lunga 43 millimetri, mentre il cerchio anteriore da 19 pollici è integrato ad un impianto frenante a doppio disco ed ABS, al posteriore è posizionanto uno pneumatico da 240 mm. Il manubrio ‘drag’ da 1,25 pollici, il parabrezza aerodinamico, spoiler in tinta, sella Deep Bucket e parafango sagomanto, oltre ai tanti pezzi della Airflow Collection, vanno a completare la bellissima ed aggressiva estetica della Pro Street Breakout. Tra le dotazioni elettroniche spuntano il cruise control ed il sistema di sicurezza Smart H-D.

La Low Rider S è alimentata da un motore Screamin’ Eagle Twin Cam 110, sia le sospensioni che l’impianto frenante sono state pensate per una guida dinamica e sportiva. La moto punta a ridefinire il concetto delle prestazioni Harley Davidson per una nuova generazione di piloti, ed è influenzata dalle custom attuali e dal classico bagagliaio stilistico dell’azienda. Le prese d’aria sono Heavy Breather Screamin’ Eagle, mentre lo scarico è 2 in 2 in stile Fat Bob. Il motore bicilindrico eroga 156 Nm a 3500 giri, ed è azionato dall’acceleratore elettronico con cruise control, le sospensioni prevedono ammortizzatori caricati ad azoto Premium Ride con forcella a cartuccia, mentre il sistema frenante è dotato di doppi dischi anteriori flottanti con ABS. La sella monoposto è alta 685 mm e si abbina al manubrio Drag Bar montato su riser da 5,5 pollici. Gruppo motore, trasmissione e scarico sono in tinta nera lucida, ed è disponibile una versione con i cerchi in alluminio colore Magnum Gold. Che altro aggiungere? Sembra che Harley Davidson abbia sfornato altri due dei suoi gioiellini…