Adobe Flash sparirà entro il 2018


Secondo le stime di encoding.com Adobe Flash Player potrebbe essere definitivamente abbandonato entro il 2018.

Secondo le previsioni di encoding.com Adobe Flash sarà destinato a sparire entro il 2018, complice anche calo di popolarità che ha subito. Nello scorso 2015 Flash ha rappresentato solo il 6% dei video mobile, contro un buon 21% registrato nel 2014. C’è da dire che anche Facebook ha abbandonato la piattaforma di Adobe Flash in favore di un più comodo ed aggiornato HTML 5, e già in occasione della scelta della compagnia di Zuckerberg si vociferava un inesorabile fine per Flash.

Prima di Facebook, anche Apple, allora capitanata dal grande Steve Jobs, era contraria all’implementazione di Adobe Flash su iPhone, dato che le numerose falle nella sicurezza della piattaforma tutt’oggi non sono ancora state risolte. Insomma, come si evince dal report di Encoding, Adobe Flash nonostante il successo che ha riscosso nel 1996, anno del suo debutto sul Web, sembra destinato ad andare in pensione forzata.

Tra i candidati in lizza che potrebbero insidiarsi sulla poltrona fino ad oggi occupata da Adobe Flash potrebbe esserci il nuovo codec H.265, una versione aggiornata nell’attuale H.264, che è il codec più utilizzato nei video sul web, con un bel 72% di presenza totale. Il secondo candidato è WebM, ovvero il principale distributore di video in HTML 5 per i browser Chrome e Firefox.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.