Twitter, cinque manager lasciano l’incarico


A dare l’annuncio è stato il CEO Jack Dorsey: cinque manager lasciano i vertici di Twitter.

Più volte nel corso del 2015 abbiamo parlato dei problemi che affliggono il social network dei cinguettii, Twitter. La piattaforma solo nel 2015 ha registrato un netto calo relativo alla mancata iscrizione di nuove utenze, o inattività, perdendo molto terreno rispetto al rivale per eccellenza, Facebook. Questi problemi hanno generato una grande insoddisfazione nell’ambiente degli investitori, parlano i numeri infatti: Twitter a Wall Street ha perso circa il 36% delle sue azioni. Nel Giugno 2015 l’ex CEO Dick Costolo aveva abbandonato l’incarico, al suo posto era momentaneamente subentrato Jack Dorsey, nientemeno che il fondatore di tutto, che poi è stato confermato nell’incarico.  Tra i vari ‘abbandoni’ anche Toff Vine lascia il social network per tornare a casa, si occuperà dei progetti dedicati alla VR negli uffici di Google.
twitter-dorsey
Poco dopo l’avvento alla poltrona di Amministratore Delegato di Dorsey, Twitter ha tagliato circa l’8% della sua potenza di lavoro, vale a dire il licenziamento di 336 impiegati, e nominando un nuovo Presidente Esecutivo, Omir Kordestani, un vero pezzo da 90 in quanto è stato una delle figure di maggior rilievo nel panorama di Netscape ed ancora top Manager di Google. Adesso invece sono le posizioni manageriali a subire grandi cambiamenti, dopo le prime voci di corridoio, è arrivato il tweet ufficiale di Jack Dorsey, che ha spiegato alle varie testate giornalistiche il come ed il perchè alcune supposizioni fossero del tutto errate. Insomma, una vera e propria rivoluzione nel covo dei cinguettii, secondo voi riuscirà Twitter a riprendersi il posto che gli spetta? Per il momento a svolgere gli incarichi vacanti ci saranno Adam Bain, chief operating officer, e Adam Messinger, chief technology officer.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.