Il sistema operativo più sicuro? Non quello di Apple


Andiamo alla scoperta del sistema operativo più sicuro del 2015, a sorpresa Apple perde il primato.

Quando si parla di sicurezza a livello di sistema operativo la prima risposta che ci viene detta è “Apple iOS e OS X”. E se vi dicessimo che in realtà non è così? Se vi dicessimo che Apple produce i sistemi operativi con più vulnerabilità di quelli Microsoft Windows? La situazione rispetto allo scorso anno è cambiata, considerando che le prime cinque posizioni erano occupate da Internet Explorer di Microsoft, Apple Mac OSx, il kernel di Linux, Google Chrome ed infine Apple iOS.

Secondo una ricerca effettuata dal CVE che ha analizzato le varie applicazioni e i vari software installati su diversi tipi di computer e device, si è scoperto che il maggior numero di vulnerabilità riscontrate in tutto l’arco del 2015 risiedono proprio nei dispositivi Apple con iOS e OS X. Dunque, almeno per ora, non possiamo neanche più lontanamente pensare che Apple sia una fortezza impenetrabile a livello di sistema operativo. Il totale delle falle riscontrate rispettivamente su OS X e iOS sono di 384 e 375.

A completare la classifica di vulnerabilità di testa troviamo Adobe Flash Player con 314, poi Adobe Air SDK con 246 e Adobe AIR a 246. I primi 6 posti dunque sono occupati da prodotti Apple ed Adobe, per trovare la prima firma di Microsoft dobbiamo scendere al 7 posto con Internet Explorer, che ne segna 231. In ambiente mobile invece il maggior rivale di iOS, ovvero Android si piazza al 20esimo posto, con 130 vulnerabilità, il più sicuro in ambito smartphone quindi è Windows 10, con solo 54 falle registrate. Un grande passo avanti quindi quello fatto da Microsoft e Google a livello di sicurezza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.