CES 2016: Razer Nabu, lo smartwatch in stile anni ’90


Razer Nabu è stato presentato al CES 2016 di Las Vegas. Lo smartwatch è uno dei migliori esempi di integrazione tra tecnologia e passato.

Guardando Razer Nabu nessuno potrebbe dire che si tratta di uno smartwatch. L’azienda produttrice ha pensato di realizzare un orologio che ha funzioni smart. Nulla di rivoluzionario dunque, eppure questo accessorio è una chiara espressione dei tempi che cambiano.

Razer Nabu ricorda molto gli anni ’90 nelle forme, lo stile aggressivo e sportivo lo rendono perfetto per un pubblico maschile. Le principali funzioni sono cronometro, conto alla rovescia, avvisi e ora globale, il tutto visualizzato su uno schermo retroilluminato. Lo smartwatch però include una serie di funzioni all’avanguardia come un doppio display dedicato esclusivamente alla ricezione dei messaggi e sui cui scorrono informazioni legate all’attività fisica svolta. I due display funzionano separatamente, il primo ha una batteria a bottone che dura 12 mesi, il secondo invece ne ha una ricaricabile che ha un’autonomia di 7 giorni.

Razer Nabu sfrutta la connessione Bluetooh per comunicare con i dispositivi mobili tra cui lo smartphone, e quello che stupisce è la sua discrezione. L’app dedicata è disponibile sia per Android che per iOS. Purtroppo l’unica versione di questo smartwatch che è arrivata in Italia è quella premium, con finiture in nero e pulsanti in acciaio inossidabile, il costo è di 239,99 euro. Tra un mese però arriverà Razer Nabu standard il cui prezzo previsto si aggira intorno a 179,99 euro.