Ford e Amazon, nuova alleanza per automobili e domotica


Ford annuncia la nuova partnership con Amazon per lo sviluppo delle automobili senza pilota e non solo. Grosse novità anche per la domotica.

Non potevano mancare gli annunci del colosso americano Ford in vista del CES di Las Vegas. Ford ha comunicato di aver triplicato il numero di automobili senza pilota attualmente in fase di test. Tra le novità troviamo anche il sensore Lidar, sviluppato dalla società californiana Velodyne, ovvero un dispositivo in grado di catturare immagini tridimensionali fino a 200 metri, facilmente montabile sopra lo specchietto retrovisore di qualsiasi automobile, contando anche che le dimensioni ridotte lo permettono. Ma non è tutto, Ford ed Amazon sono alla ricerca di una simbiosa perfetta tra auto e domotica.

L’idea della guida autonoma da parte di Ford, rispecchia anche un pò l’idea base di Google. Cosi come anche Uber e Gm, che investendo 500 milioni di dollari con Lyft ha previsto lo sviluppo di un vero e proprio esercito di auto senza pilota. Il progetto finale delle vetture autonome sarebbe quello di creare macchine in grado di essere comandate a distanza tramite smartphone o tablet, tramite specifiche applicazioni in modo da impartire ordini a distanza alla vettura stessa. Ovviamente le procedure che riguardano le normative prevedono grandi analisi e studi, infatti in California alcuni test su strada sono stati momentaneamente sospesi dalle autorità.

Leggi anche: Nissan e Renault insieme per le auto senza pilota.

Molti esperti si sono chiesti se, l’innovazione delle automobili a guida autonoma, sarà possibile esportarla in paesi come Europa e Cina, motivo per il quale in questi paesi, aziende automobilistiche del calibro di Toyota, Nissan, Audi e Mercedes-Benz, hanno lavorato su auto sì a guida autonoma ma sempre con la necessità di avere in guidatore a bordo per l’attivazione di particolari funzioni. Ford, come da titolo, ha lanciato una partnership con Amazon, sopratutto per quanto riguarda il software Sync di Ford e l’assistente virtuale Echo, l’innovativo sistema che permette di comunicare direttamente da casa con la propria vettura, di monitorare per esempio il carburante, o addirittura di aprire la serranda del box. E non solo, il software punta anche al controllo dei droni, in modo da decollare ed essere comandati direttamente dalla vettura.