Apple acquista Emotient, novità nel campo dell’intelligenza artificiale?


Apple acquista Emotient, una startup che si occupa di intelligenza artificiale. Quali novità ci proporrà la Mela di Cupertino?

Apple ha ufficialmente chiuso la trattativa per l’acquisto di Emotient, una startup con esperienza nel campo dell’intelligenza artificiale. La notizia prima diffusa sul Wall Street Journa è stata da poco confermata anche dalla sede di Cupertino, nessuno è però a conoscenza dei dettagli monetari dell’accordo. Emotient, come detto, è una società che sviluppa dispositivi in grado di leggere le emozioni attraverso il volto delle persone, dispositivi capaci di decifrare circa 100 mila diverse tipologie di espressioni facciali.

Leggi anche: Wikipedia a rischio chiusura: ci pensa l’intelligenza artificiale.

Quali novità da sviluppare ha in mente Apple con Emotient? La risposta non è che una supposizione, ma Emotient offriva principalmente i suoi servizi per agenzie pubblicitarie, in modo da capire quali sono i feedback che le persone proavano nel leggere determinati annunci o inserzioni. Emotient ha collaborato anche con studi medici e laboratori di ricerca, offrendo software per comprendere al meglio quali sono i segni di dolore trasmessi da alcuni pazienti.

Emotient, la cui sede risale proprio in California, a San Diego aveva raccolto al momento della creazione del bran 8 milioni di dollari in finanziamenti, buona parte di questi milioni arrivata proprio da Intel, la nota azienda produttrice di CPU. Apple non è di certo l’unica delle grandi aziende a livello mondiale ad aver puntanto sulle novità che l’intelligenza artificiale è in grado di offrire, prima della melamorsicata anche Google e Facebook avevano mosso i primi passi su questa strada, proprio di recente Mark Zuckerberg ha ingaggiato un maggiordomo robotico che lo aiuta nelle faccende domestiche.