Sony PS4 hackerata con Gentoo Linux (VIDEO)


Un gruppo di hacker ha violato il sistema di PS4 implementando Linux come sistema operativo. Ecco il video del risultato.

Quando Sony lanciò PS4, la definì come un sistema invulnerabile, eppure a distanza di anni così non è stato. La console nipponica è stata hackerata e sul web gira un video dove si vede chiaramente una versione Linux come sistema operativo. Problemi simili erano apparsi già 5-6 anni fa, quando parecchi gruppi di smanettoni avevano “profanato” il sistema della Playstation 3, ed è proprio per questo, che nello sviluppo di Playstation 4, i tecnici software hanno investito molte risorse nella sicurezza, risultati che non si sono rivelati altrettanto efficaci come sperava la stessa Sony. Il gruppo hacker noto come FailOverflow ha aperto tutte le porte della console, lanciando una vera e propria sfida a Sony.

Nel video che troverete in fondo all’articolo, possiamo vedere come gli smanettoni di FailOverflow riescano ad avviare un sistema PS4 con Gentoo Linux. Il kernel eseguito è il 4.4 LTS RC6, mentre per l’ambiente desktop c’è il comodo e leggero XFCE. Alcuni esperti sostengono che la falla utilizzata per l’hackeraggio risieda nella GPU AMD Radeon che monta la console. Gli hacker hanno fatto vedere il corretto riconoscimento dell’encoder HDMI, della scheda di rete Wi-Fi ed ethernet, del dispositivo Bluetooth e della porta seriale, a cui si aggiunge anche la perfetta compatibilità dell’uscita audio. Le altre funzioni come le porte USB, la modalità 3D ed il lettore Blu-ray integrato saranno funzionanti nei prossimi giorni tramite un’apposita kernel patch.

Tutto è stato reso possibile anche perchè la console PS4 è basata su tecnologie già in uso su PC. Sony ritiene che la situazione sia più grave del previsto e non è affatto contenta dell’accaduto, infatti come ci mostra il video, Playstation 4 potrebbe essere utilizzata come un vero e proprio computer, andando quindi a promuovere anche la pirateria che si genererebbe da questo accaduto. Il team di FailOverflow si è sbizzarrito lanciando anche un emulatore del Game Boy Advance di Nintendo, lanciando in diretta una “Playstation version” di Pokémon. Tra l’altro il Game Boy è stato collegato alla console per sfruttarlo come controller remoto, dimostrando che anche il sistema hardware è aggirabile senza troppi intoppi. Gli ultimi aggiornamenti di Sony hanno risolto la falla, quindi il sistema non è più manomissibile con un firmware superiore al 1.76. Per chiudere col botto la rivelazione, il team di FailOverflow ha dichiarato: “Realizzate il vostro exploit personale. La sicurezza di PS4 fa così schifo che non avete bisogno di noi per farlo”. Ci sarà una risposta mediatica da parte di Sony secondo voi?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.