Facebook: svelato il funzionamento dell’algoritmo del newsfeed


Il capo degli ingegneri di Facebook ha svelato l’algoritmo che regola i contenuti del newsfeed parlando delle sfide del gruppo per il futuro.

Mentre noi passiamo il tempo a condividere gattini, immagini di torte che sembrano sculture e citazioni che ci fanno sembrare intelligenti agli occhi dei nostri contatti, nel quartier generale di Facebook si studiano nuovi algoritmi per migliorare l’esperienza sul social. A rivelare i segreti di questa sequenza che fa venire i capelli bianchi agli studenti del liceo che non amano la matematica, è stato Tom Alison, capo degli ingegneri del newsfeed di Facebook: 100 persone che regolano costantemente il flusso di informazioni che scorre sotto i nostri occhi.

Uno degli obiettivi del gruppo di esperti è che ogni utente trovi i contenuti più interessanti come le storie degli amici o della famiglia, persino i risultati delle partite di calcio. Il newsfeed è una delle idee vincenti che rendono Facebook diverso rispetto agli altri social perché è personalizzato, come un vestito cucito da un sarto. Sicuramente vi sarete trovati un sacco di volte a discutere con i vostri amici sui contenuti visualizzati, pur seguendo le stesse pagine e gli stessi contatti le notizie non appaiono nello stesso ordine. La differenza la fa il tempo speso a leggere i contenuti su quella pagina o profilo e quante volte li cercate.

Dietro il newsfeed di Facebook vi sono anni di interazioni, visite e like che per i tecnici costituiscono delle chiamate, per il sistema sono delle notizie da archiviare. Tutte queste informazioni hanno un punteggio, poi vengono messe in ordine seguendo un ordine di priorità e cronologico. L’algoritmo è una formula segretissima, ma ogni martedì Tim Alison incontra gli ingegneri per studiare tutti i feedback arrivati dagli utenti pagati per giudicare la qualità del newsfeed attraverso semplici sondaggi.