Facebook e il virus dei Ray-Ban: ecco come proteggersi


Se avete ricevuto la notifica di un invito ad un evento Facebook per partecipare ad un’asta di beneficenza Ray-Ban state molto attenti, si tratta di un virus.

Occhiali da sole a prezzi stracciati per beneficenza? Tutto molto bello se non fosse che si tratta dell’ennesima truffa ai danni degli utenti Facebook. Ogni anno, dal lontano 2012, il virus Ray Ban torna ad intermittenza per scatenare il panico tra gli utenti. Probabilmente gli amanti dello shopping a prezzi stracciati ci cascano sempre, però c’è una regola sempre valida, soprattutto in tempi di magra come questi: «Ogni oggetto ha il suo valore!».

Anche noi ieri abbiamo ricevuto un invito ad un evento organizzato dai Ray Ban, pur amando gli occhiali da sole stile Blues Brothers non ci siamo cascati anzi, ci siamo messi alla ricerca di informazioni su questa strana asta di beneficenza. La grafica è curata nei minimi dettagli, ed è davvero difficile credere che si tratti di un virus Facebook però come è possibile vendere un paio di occhiali da sole a 20 euro e destinare metà del ricavato in beneficenza?

Cliccando sulla pagina il malware riesce ad entrare in possesso della lista amici Facebook invitando tutti all’evento. Il vero obiettivo sono i dati della nostra carta di credito, per lo shop online dove si vendono questi occhiali è un sito fake, quindi se siete già caduti nel tranello dovete bloccare immediatamente la carta e controllare il conto per vedere se ci sono movimenti anomali. Un ultimo consiglio è quello di cambiare la password dell’account Facebook per evitare che il malware continui ad agire a vostra insaputa. Purtroppo non basta una semplice scansione antivirus per risolvere il problema, infatti dovete controllare i componenti aggiuntivi installati nel browser ed eliminare quelli sconosciuti.