SEGA, torna il Dreamcast?


Non molto tempo fa venne lanciata una petizione per convincere SEGA a riprendere in mano il progetto Dreamcast, una nuova versione della console attesissima da tutti i fan dell’azienda giapponese. Agli inizi di Dicembre un corposo gruppo di fan aveva “pregato” SEGA di non accantonare l’idea del Dreamcast 2, e pare che forse siano stati ascoltati dai piani alti della società, tanto è che Patrick Lawson ha contattato la TGG per annunciarne la realizzazione. A capo del progetto verrà affiancato da Ben Plato, ovvero l’artefice della petizione ed il fondatore di Shenmue 500k. Inutile dire che SEGA spera e punta tutto sul supporto dei propri utenti, sopratutto sulle donazioni che potrebbero coprire o addirittura superare i costi della produzione stessa. Senza contare che il progetto Dreamcast verrà affiancato anche dal celebre Yuji Naka, creatore e leader del Sonic Team: un gruppo di sviluppatori che lavora all’interno di SEGA.

Il futuro Dreamcast 2, semmai dovesse diventare realtà, ha sulle spalle milioni di aspettative, quando la prima piattaforma venne al mondo, nel lontano 1998, il popolo dei videogamer rimase allibito, non solo per la qualità del motore grafico offerto, uno dei migliori di quegli anni, ma sopratutto per quanto riguarda i vari gameplay e le storie che c’erano sotto i vari titoli, che tutt’ora rimangono nei ricordi di tutti coloro i quali abbiano provato con mano il vecchio Dreamcast, console che che toccò i 10 milioni di vendite in pochissimo tempo. L’intero team di sviluppo comunque sostiene di avere tutte le carte in regola per ripetere il successo del passato, creando un prodotto uguale se non addirittura migliore delle console che spopolano oggi nel mercato. La notizia va presa con le pinze ma sicuramente è un’iniezione di speranza per tutti i fan. Il Project Dream, questo il nome del progetto, è affiancata da un sito teaser con countdown, staremo a vedere cosa succederà allo scadere, e sopratutto se SEGA rilascerà qualche nuova informazione.