Brevetti: Apple chiede altri 180 milioni a Samsung


Brevetti, Apple chiede a Samsung un ulteriore risarcimento da 180 milioni, in aggiunta ai precedenti 548 milioni che aveva già accettato di pagare.

La guerra dei brevetti continua, il Natale è stato solo una piccola tregua, e oggi, la diatriba è ricominciata. Apple ha chiesto un ulteriore risarcimento a Samsung, pari stavolta a 180 milioni di dollari, da aggiungere alla precedente multa di 548 milioni di cui vi abbiamo parlato qualche settimana fa. Apple e Samsung battibeccano già da un pò, l’azienda di Cupertino ha da sempre contestato gli smartphone della serie Galaxy S II, ha accusato la società coreana di aver rubato brevetti funzionali per il touch screen, e di design interfaccia e icone app. La questione cominciò nel 2011, Apple chiese in primo appello un risarcimento di 2,5 miliardi di dollari, richiesta respinta e poi successivamente ribassata a 930 milioni.

Dopo il processo svoltosi nella primavera di quest’anno, si è arrivati alla cifra definitiva (speriamo) di 548 milioni, cifra che Samsung ha accettato di sborsare poco meno di un mese fa. L’azienda coreana ha inoltre chiesto di abolire la multa che si riferisce alla questione del design e della grafica, che ammonta a 399 milioni di dollari, poichè i criteri di giudizio usati per stabilire il “plagio” sono ormai scaduti e obsoleti. Anche stavolta nessuna delle due società coinvolte ha espresso opinioni pubbliche, quindi non ci resta che aspettare ulteriori sviluppi, semmai ce ne saranno. In tutto questo ricordiamo che Samsung è uno dei principali fornitori di Apple, per quanto riguarda i materiali ed i componenti per i processori A9, attualmente in dotazione su iPhone 6 e 6S.