Nvidia, nuovi driver per la realtà virtuale


Nvidia rilascia nuovi driver, novità per tutte le GPU sopratutto nel campo della realtà virtuale, vediamo in dettaglio le specifiche del nuovo update.

La versione Geforce 361.43 WHQL dei nuovi driver Nvidia non sarà la migliore versione per introdurre cambiamenti sostanziali, ma è stata rilasciata sopratutto per alcuni interventi sulla realtà virtuale, diversi bugfix e non solo. Per quanto riguarda i bug, Nvidia segnala che il problema che impediva alle schede video GM20x di ridurre le frequenze con i monitor a 144 Hertz è stato risolto, problema che affliggeva questi sistemi già da un paio di mesi. Inoltre, i nuovi driver influiranno anche nel nuovo Star Wars Battlefront per mitigare la latenza emersa con i precedenti driver 359.06, inoltre dovrebbero essere archviati anche i crash per i notebook con le GTX 860M durante le sessioni di gioco.

I driver offrono anche nuovi profili per la configrazione di alcuni giochi, come ad esempio Elite Dangerous, Bless, Dungeon Defenders e Hard West. E non meno importante il comunicato riguardante le schede basate su GPU Fermi (400, 500 e 600), che con l’arrivo di Windows 10 supporteranno la configurazione WDDM 2.0, che mirano a ridurre l’utilizzo totale della CPU durante le sessioni di gioco. Sul fronte della realtà virtuale, questi driver andranno ad implementare alcune modifiche legate al GameWorks VR, ovvero tutto l’insieme di quelle tecnologie dedicate ai game developers ed ai visori. In particolare, sottolinea Nvidia, il supporto a GameWorks VR 1.1 e VR SLI per i software OPEN GL, compreso l’ultimo SDK per gli Oculus.