Dati Istat Internet: una famiglia su tre è fuori dal web


I dati Istat degli ultimi 5 anni restituiscono una fotografia chiara del rapporto che gli italiani hanno con internet. Una famiglia su tre non naviga sul web.

Dal 2010 al 2015 è stato registrato un aumento pari al 13,8% di italiani che hanno navigato in internet e, solo nell’ultimo anno l’incremento è stato del 2,2%. Grazie alla diffusione della tecnologia mobile, c’è stato un aumento dell’utilizzo della banda larga ma vi è da aggiungere che una famiglia su tre non può usufruire di internet. Questi numeri fanno ben sperare che nei prossimi anni il gap tra l’Italia e gli altri paesi europei verrà ridotto, per il momento gli esperti si concentrano sulle statistiche. Il rapporto degli italiani con il web è cambiato, la connessione fissa è ancora la modalità di accesso principale, ma per quanto riguarda la banda larga si è passati dal 41% al 64,4%, la banda larga mobile è cresciuta dal 6,6% al 18,6%. Ci sono alcune famiglie che possono usufruire di entrambe le opzioni e in questo caso i dati dicono che dall’1,4% si è passati all’11,5%.

Le famiglie del sud Italia hanno maggiori problemi ad accedere ad internet, anche se in Molise e in Campania è cresciuto il numero degli utenti che si connette con un dispositivo mobile. Da non sottovalutare anche il fattore generazionale, in quanto le famiglie più connesse sono quelle dove è presente un minorenne, quelle fuori dal web sono quelle composte da sessantenni. E questo ci fa pensare che in Italia ci siano molti più vecchi che giovani, ma questo è un altro discorso perché anche il livello culturale non deve essere sottovalutato, le famiglie dove vi sono laureati sfruttando di più internet rispetto a quelle dove il livello medio di istruzione è la licenza media. Emerge sicuramente un dato chiarissimo, ovvero che, il divario digitale nel nostro paese è il primo nemico della tecnologia, e va abbattuto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.