Wi-Fi Gratis: arriva l’alternativa ad internet per chi non ha l’ADSL

Tra qualche tempo potremo connetterci ad internet sfruttando le frequenze televisive!

In arrivo la nuovissima tecnologia Wi-Fi basata su onde di frequenza televisive, che consente la connessione ad internet in maniera gratuita e sicura.

Un gruppo di scienziati appartenenti al WNG (Wireless Network Group) dell’università di Rice, in Texas, hanno affermato di aver raggiunto un traguardo importante nel campo delle telecomunicazioni, nello specifico, è stato sperimentato un sistema che consente la navigazione in internet tramite wi-fi sfruttando le frequenze televisive.

Tutto questo sembrerebbe possibile grazie allo spettro UHF (Ultra-High Frequency), ovvero tutti i segnali radiofrequenza trasmessi nella banda che va dai 300 Mhz a 3 Ghz. Lo stesso spettro di che viene utilizzato per le trasmissioni televisive, che in questo caso verrebbe sfruttato per far passare dati internet tramite gli hotspot wireless. Edward Knightly, direttore del dipartimento di ingegneria informatica di Rice, lo definisce come: “un sistema già funzionante che utilizza tecnologie già sperimentate in altre parti del mondo”. Proprio come la tecnologia Multiple-input and multiple-output (MIMO), ovvero un sistema dotato di più entrate e diverse uscite, tecnica che viene appunto utilizzata per migliorare il trasferimento dei dati utilizzando più antenne. Narendra Anand, uno degli autori principali della ricerca, ha spiegato durante una conferenza Mobicom a Miami il sistema, dicendo:

Quando si comparano Uhf e wifi, di solito bisogna trattare con un compromesso tra capacità e portata. Immaginate che il punto di accesso wifi invii dati su un’autostrada a cento corsie, ma lunga solo un chilometro. Lo spettro Uhf, al contrario, è una strada lunga cento chilometri ma dotata di solo tre o quattro corsie, senza possibilità di aggiungerne altre. Il nostro sistema sfrutta in modo più efficiente le poche corsie della banda Uhf, usando una tecnica di trasmissione a molte antenne in grado di servire contemporaneamente più utenti sullo stesso canale.

Sembrerebbe quindi che, essendo le antenne trasmettitori delle frequenze TV distanti decine e centinaia di kilometri tra loro, i campi wi-fi degli hotspot in questione possano coprire singolarmente anche un intera città, regione o paese. Ovviamente, prima dell’arrivo ufficiale della tecnologia passerà del tempo, e noi lo attendiamo fiduciosi anche nel nostro paese, dato che, ha tutte le carte in regola, per essere uno dei principali attori atti colmare il profondo divario digitale che affligge il territorio italiano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.