Internet of Things, un mercato in crescita: previsto il boom per il 2016


Internet of Things è un mercato in forte espansione, i due settori più sviluppati sono domotica e smart commercial buildings.

Secondo un recente studio di previsione su Internet of Things, nel 2016 saranno connessi 340 milioni di oggetti e nel 2018 si arriverà a toccare il tetto di 3,3 miliardi. I settori maggiormente interessati saranno smart home, trasporti e commerciale.

A livello globale, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento degli oggetti connessi che sfruttano le piattaforme Internet of Things. Le nostre case, grazie alla presenza di reti Wi-fi sono interattive, e anche più sicure. Accedere a servizi e informazioni con un semplice click ha rivoluzionato la vita domestica di molte persone. Un aspetto da non sottovalutare nel campo delle tecnologie Internet of Things è l’impatto ambientale che è molto basso e non influisce sull’efficienza energetica. Un esempio di quello che è possibile fare con Internet of Things è controllare quando riscaldare la propria casa o decidere l’intensità luminosa, fuori da casa invece si può controllare a che ora passa il treno o il bus o come raggiungere il punto del bike-sharing per prendere la bici e spostarsi in città.

Internet of Things racchiude app di tipo consumer per questo motivo i nostri dati sensibili potrebbero essere in pericolo, malware e hacker potrebbero insinuarsi nei dispositivi sfruttando le falle dei sistemi. Qualche mese fa infatti sono stati sottratti i dati di Gmail dai frigorifero Smart di Samsung.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.