Il Saint Vincent Resort & Casinò, sotto la lente di ingrandimento per l’andamento economico 2015

Il Saint Vincent Resort & Casinò, sotto la lente di ingrandimento per l'andamento economico 2015
Il Saint Vincent Resort & Casinò, sotto la lente di ingrandimento per l'andamento economico 2015

Si ha quasi paura a dirlo quando si parla di gioco: sembra che porti sfortuna!
Ma in realtà il bilancio 2015 della società di gestione del Saint Vincent Resort
& Casinò ha evidenziato un miglioramento di circa 5 milioni di euro, ed è un
gran bel vedere . Ogni passo in avanti degli incassi per una Casa da Gioco e
per un casino online legale è un
grande risultato in questo particolare momento per il mondo del gioco che vive,
si sa, una situazione di stand by che stenta a muoversi ed a raggiungere
decisioni interessanti. D’accordo che il percorso e la vita delle Case da Gioco
si differenzia da tutto il resto dell’azzardo ma i buoni risultati,
indipendentemente, non si rifiutano mai, da qualsiasi comparto arrivino.
Secondo il direttore generale del Resort Casinò, Gianfranco Scordato, questo
miglioramento interessante che ha condizionato positivamente il risultato
complessivo della gestione, è da imputarsi quasi esclusivamente al secondo
semestre dello scorso anno che, contemporaneamente, ha visto un aumento degli
introiti ed un contenimento rilevante di costi. Senza dimenticare, sottolinea
sempre il direttore generale del Resort Casinò, dell’eredità raccolta dalla
precedente gestione che è stata una sorta di catastrofe non annunciata.
Si può dire che la direzione del Resort & Casinò sia molto soddisfatta della
gestione dello scorso anno anche se, nel primo semestre, la struttura ha subito
un calo del 7% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente, mentre
nel secondo semestre, come detto qualche rigo più sopra, si è registrato un
aumento del 13% archiviando maggiori introiti rispetto all’esercizio
precedente 2014. Il risultato interessante da rilevare è che lo stesso trend
positivo si è concretizzato anche nel primo quadrimestre dell’esercizio in corso
che ha archiviato un incremento del 12% confrontandolo sempre con lo stesso
periodo dell’esercizio precedente.
Bisogna proprio dire che questa nuova gestione sta ottenendo buoni risultati:
voce di importanza rilevante del bilancio sono i costi di gestione diversi dai
costi del personale che hanno complessivamente registrato una contrazione su
base annua di oltre mezzo milione di euro. Il costo del lavoro legato ai migliori siti italiani di casino,
invece, che non si è più riferito all’accordo del 19 maggio 2014 ha portato la
vecchia gestione a risparmiare un importo complessivo di oltre 6 milioni di
euro, ha registrato un aumento di oltre 2 milioni di euro. Tale incremento è
stato contenuto dalle nuove misure messe in atto nel corso dell’ultimo trimestre
e poi formalizzate con il nuovo accordo siglato nell’ottobre 2015 con le
rappresentanze sindacali.
Il miglioramento dei risultati economici è anche da riferirsi alla
ristrutturazione del debito e, soprattutto, alla rinegoziazione del tasso di
interesse, che oggi è all’1% sui finanziamenti Finaosta. Rinegoziazione iniziata
alla fine del 2015, insieme alle misure di gestione rivedute e corrette, che
hanno permesso un risparmio sugli oneri finanziari per un importo complessivo di
circa 2 milioni. Detto miglioramento ha permesso di assorbire uno scarico
parziale di imposte anticipate per un importo di circa 4 milioni di euro dovuto
a disposizioni normative che prevedono una riduzione di aliquote impositive a
partire dal prossimo esercizio 2017. Cosa aggiungere di più a questa sorta di
cronistoria di una nuova buona gestione? Solo i complimenti per la dirigenza
che ha saputo uscire dall’empasse della gestione precedente che non lasciava
presagire nulla di buono per il futuro…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.