GLI ASPIRANTI SINDACI ATTENDONO L’ESITO DELLE URNE E LE DECISIONI SUI NUOVI CASINÒ

GLI ASPIRANTI SINDACI ATTENDONO L'ESITO DELLE URNE E LE DECISIONI SUI NUOVI CASINÒ
GLI ASPIRANTI SINDACI ATTENDONO L'ESITO DELLE URNE E LE DECISIONI SUI NUOVI CASINÒ

In questo particolare momento elettorale c’è fibrillazione ovunque: ognuno, si
sa, tira l’acqua al proprio mulino con questa o quella argomentazione sperando
di toccare l’animo di ogni cittadino e di recuperare di conseguenza qualche
voto. Ognuno cavalca la propria battaglia ed ormai chi non conosce il potere
dell’argomentazione del gioco d’azzardo e dei casino online come migliore arma per
entrare nel cuore degli elettori? Quando si parla di gioco diventano tutti Don
Chisciotte e tutti cavalcano l’argomento del momento che tanta presa
psicologica riesce ad ottenere nei normali cittadini. Ed ecco quindi che, in
generale, gli aspiranti sindaci cercano di dare il meglio di sé in attesa
degli esiti delle urne ed anche di quelli che saranno gli interventi governativi
sui casinò tricolore.
Delle quattro Case da Gioco italiane si conosce quasi tutto relativamente alle
loro situazioni economiche, di quanto ci si stia operando per evolverle e
modernizzarle in modo da acquisire anche quella clientela giovane che non è
stata quasi mai presente nei Casinò, ma frequenta altre sale. Il marketing delle
Case da Gioco è sempre sotto pressione per inventarsi qualcosa di particolare
ed accattivante che possa richiamare un certo numero di giocatori che è attratto
certamente dal gioco d’azzardo, ma anche vuole socializzare e trovare una
motivazione che lo possa spingere a fare qualche chilometro in più del
consueto e recarsi nelle Case da Gioco
Ecco, quindi, che nei Casinò attualmente si organizzano eventi particolarmente
intriganti come concerti, serate a tema, incontri eno gastronomici che hanno lo
scopo di richiamare nuova gente nelle sale tanto particolari delle Case da
Gioco, dove il fascino e l’adrenalina del gioco un tempo ne facevano il fulcro
di richiamo. Oggi i giocatori od i visitatori sono molto cambiati, tranne quello
zoccolo duro che continua ad essere presente per affetto ed anche per
consuetudine ed ecco perché i vari Sindaci delle città dove hanno le location
le Case da Gioco sono in fibrillazione per vedere cosa succede con le
amministrative e sopratutto per conoscere i risvolti che si potrebbero
incontrare con novità e con le decisioni che il Governo dovrebbe prendere per il
settore dei Casinò.
A dire il vero in questa campagna elettorale la tematica del gioco e dei migliori casino con bonus non è stata
sfruttata come il solito. Il che significa che forse l’argomento gioco non è
più tanto trainante come un tempo , ma le problematiche permangono ugualmente
ed è assolutamente necessario che anche il comparto casinò, e le sue esigenze,
venga affrontato dal Governo una volta per tutte riconoscendo che non solo il
normale gioco richiede interventi urgenti, ma anche le Case da Gioco debbono
essere assistite , ristrutturate ed aiutate altrimenti anche loro sono
destinate a soccombere.
La concorrenza che le sale da gioco, le sale dedicate, la presenza massiccia
dell’offerta di prodotti ha creato nei confronti dei Casinò ne ha fatto
discendere un massiccio calo delle presenze, e di conseguenza, degli introiti.
Il Governo, forse un poco sommessamente, continua a buttare qualche sasso nel
mare delle problematiche dei Casinò sostenendo che in quelle location il gioco è
più sicuro, che i minori ovviamente non vi possono entrare, che esiste maggiore
controllo per quanto riguarda il gioco problematico e tante altre cose
positive…. ma nessuna decisione effettiva in merito. Anche la proiezione di
una futuribile unica società che sovraintenda le case da gioco tricolore: se
ne parla tanto ma ancora nulla di fatto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.